Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather

Disturbi di ansia

Disturbi di ansia

L’ansia è uno stato emotivo soggettivamente spiacevole, caratterizzato da tensione e nervosismo e da sintomi fisiologici concomitanti come: palpitazioni cardiache, tremore, nausea, vertigini, ecc…

Generalmente sotto la voce disturbi d’ansia si ritrovano: attacchi di panico, fobie, comportamenti ossessivo compulsivi, disturbo acutoe disturbo  post-traumatico da stress, disturbo d’ansia generalizzata.

Gli attacchi di panico sono caratterizzati da uno stato di emergenza emotiva, con una sensazione di pericolo e di disastro imminente, del tutto inaspettati e improvvisi e gettano l’individuo in uno stato di terrore. I sintomi più comuni negli attacchi di panico sono palpitazioni, sudorazione tremori, difficoltà respiratoria associati alla paura di impazzire, di morire, senso di depersonalizzazione e derealizzazione.

La fobiaè un tentativo di soluzione dell’ansia: la reazione ansiosa è soprattutto focalizzatasu oggetti o situazioni specifiche, che possono essere risolte attraverso condotte di evitamento. E’ una soluzione parziale perché lo spazio di azione dell’individuo ne risulta gradualmente ristretto senza portare effettivamente alla risoluzione delle origini dell’ansia che viene spostata ad altri oggetti. Le fobie più comuni riguardano animali, serpenti, ragni generalmente, rumori forti, temporali, altezze, acqua, ferite, sangue.

Il disturbo ossessivo compulsivo è caratterizzato, da pensieri ossessivi ricorrenti e intrusivi, che la persona ha l’impressione di non riuscire a fermare.  Le compulsioni, come le fobie, sono un tentativo di soluzione del disagio, sono comportamenti ritualizzatii che dovrebbero neutralizzare le ossessioni stesse, come le fobie restringono il campo di azione dell’individuo che è “costretto” a trascorrere molto tempo nei rituali.

Il  disturbo acuto da stress e il disturbo post-traumatico da stress sono conseguenti ad eventi gravi come la morte improvvisa di una persona cara, un incidente grave, l’essere sottoposti a catastrofi naturali ecc.. Che stimolano nella persona sentimenti di impotenza, paura e terrore che tendono a perdurare nel tempo anche molto dopo la fine dell’evento traumatico.

Il disturbo d’ansia generalizzato è caratterizzato dalla presenza costante di ansie che la persona stessa considera esagerate, in molte situazioni    quotidiane.